Strategie di trading | Le migliori tecniche per il trading online Strategie di Trading
tail
header
 

Ottimi raccolti (agricoli) in Borsa!

Alla fine dello scorso anno, il giornalista televisivo Davide Romano intervistò il nostro trader Alessandro Aldrovandi per parlare di mercati finanziari e valutare alcune idee di investimento per il 2014.

Oltre alle tradizionali analisi dei principali listini, l’oggetto dell’ultima domanda dell’INTERVISTA faceva proprio riferimento ad un mercato “alternativo” che avrebbe potuto sovraperformare rispetto agli altri:

Romano: Un’ultima domanda, che stuzzica sempre i nostri lettori. Se un risparmiatore avesse un 5% del portafoglio da investire in qualcosa che dia un po’ di pepe al portafoglio, a suo parere su cosa potrebbe puntare (azioni, metalli, valute, qualunque cosa)?

Aldrovandi: In questo momento punterei sui prodotti agricoli. Esistono parecchi Etf quotati sulla Borsa Italiana che rappresentano panieri di questa tipologia. Anche se dal punto di vista della stagionalità non è il periodo classico per approfondire lo studio questo asset, in realtà il 2013 è stato talmente negativo che potrebbe valere la pena acquistarne una piccola percentuale di portafoglio, prevedendo un rimbalzo nel prossimo anno. Alcuni degli Etf che sto monitorando, infatti, mostrano anche indicatori/oscillatori in forte ipervenduto, sebbene non siano evidenti segnali di inversioni precisi. Tra i prodotti agricoli, particolarmente depresso è il frumento (wheat).”

Non siamo soliti usare la formula del ”noi l’avevamo detto”, ma crediamo che questa volta ne valga davvero la pena, sia perché i risultati ottenuti sono ottimi, sia perché la tempistica è stata particolarmente azzeccata. Qui di seguito, infatti, è pubblicato il grafico daily dell’ETFS AGRICOLTURE DJ-UBSCI (Isin GB00B15KYH63), dove si evince come questo mercato, da inizio anno, abbia invertito repentinamente la propria tendenza e stia guadagnando oltre il 16%.

20140414ETF-AGRICOLI

Inoltre, crediamo che la positività di questo mercato possa continuare ancora a lungo, sebbene il rally di questi primi mesi del 2014 sia stato eccessivo. Nel breve periodo, infatti le quotazioni potrebbero anche ritracciare fino al supporto posto sul livello 5,61, ma successivamente dovrebbero rimbalzare e creare una fase di accumulazione che possa portare i prezzi verso un primo obiettivo rialzista posto sulla resistenza di 6,11 e successivamente a quota 6,34, in coincidenza con un importante massimo precedente realizzato nel marzo 2013.

Pubblicato il 14 aprile, 2014 | Categoria: Articoli

FTSE/MIB, ribasso e volatilità nel breve termine

Il mercato azionario italiano rimane decisamente impostato al rialzo nel medio/lungo termine, grazie ad una successione di ampie “configurazioni a V” che nell’ultimo anno ha permesso all’indice FTSE/MIB di superare sempre i precedenti massimi, fino a realizzare un massimo molto importante a quota 22.210 lo scorso 4 aprile. Il rally delle ultime settimane, però, sembra aver portato il mercato su alcuni eccessi di prezzo, sia perché dal breakout di 21.200 in poi non vi è mai stato alcun pullback rilevante, sia perché molti oscillatori/indicatori si trovano ora in una zona di ipercomprato oppure cominciano a segnalare imminenti ribassi.

Nel breve termine, quindi, potremmo assistere ad una fase discendente dove parecchi operatori prenderanno beneficio degli ottimi risultati ottenuti finora, anche in vista di un probabile aumento della volatilità.

Dal punto di vista operativo, pertanto, al momento è assolutamente sconsigliabile accumulare posizioni long sul FTSE/MIB. Al contrario, ma sempre con prudenza a causa della già citata volatilità, dovrebbe essere vantaggioso aver assunto posizioni short alla violazione del supporto posto a 21.540 (come proposto nell’analisi precedente) ponendosi come obiettivo il raggiungimento del livello 21.174, dove è presente un gap up daily ancora aperto.

Qualora la discesa continuasse, si potrebbe arrivare nuovamente a testare il livello 21.000 e, nella peggiore delle ipotesi, anche il supporto di 20.600, ma comunque senza intaccare il trend positivo di lungo periodo.

 

Grafico daily dell’indice FTSE/MIB

20140410-FTSEMIB

 

Pubblicato il 10 aprile, 2014 | Categoria: Articoli

Invito al LIVE TRADING DAY

uptrend-16apr14

 

Partecipa ad una imperdibile sfida di trading dal vivo tra due professionisti di successo: Pietro Paciello e Alessandro Aldrovandi, moderati dal famoso giornalista finanziario Claudio Kaufmann, dedicheranno all’operatività in real time un intero pomeriggio, confrontandosi sui propri diversi stili e strategie di trading.

L’evento si svolgerà il 16 aprile 2014 dalle ore 14.00 alle 18.30 presso la sede di Uptrend Advisory, in Via Monte Rosa 1 – Uggiate Trevano (CO).

La partecipazione è GRATUITA, l’accesso sarà consentito fino ad esaurimento posti.

Al termine dell’evento è previsto un aperitivo durante il quale i relatori avranno il piacere di intrattenersi con gli ospiti intervenuti.

Per informazioni e prenotazioni presso UPTREND ADVISORY: commerciale@uptrend.it – 031 809384
Per informazioni e prenotazioni presso ACTIVTRADES: italiandesk@activtrades.com

Pubblicato il 10 aprile, 2014 | Categoria: Articoli

Il rally del FTSE/MIB potrebbe arrestarsi

Il mercato azionario italiano è decisamente impostato al rialzo nel medio/lungo termine, grazie ad una successione di ampie “configurazioni a V” che nell’ultimo anno ha permesso all’indice FTSE/MIB di superare sempre i precedenti massimi. La salita delle ultime settimane, però, sembra essere stata davvero eccessiva in quanto molti indicatori/oscillatori cominciano a trovarsi in una zona di ipercomprato, dopo che le quotazioni hanno ulteriormente strappato al rialzo con il superamento senza pullback dell’importante livello 21.200.

Sebbene non vi siano segnali di inversione, con il raggiungimento della soglia dei 22.000 punti (massimo del 2/4 u.s.) diventa necessaria almeno una fase di consolidamento. Probabilmente qualche operatore prenderà beneficio degli ottimi risultati ottenuti finora, mentre altri si limiteranno a coprire il portafoglio azionario esistente.

Dal punto di vista operativo, pertanto, diventa piuttosto rischioso continuare ad accumulare posizioni long sul FTSE/MIB: sarà più conveniente aspettare un ribasso per acquistare a prezzi migliori, o comunque attendere un prevedibile periodo di congestione che confermi la tendenza in corso. Al contrario, ma sempre con prudenza, potrà essere vantaggioso assumere posizioni short alla violazione del supporto posto a 21.540 ponendosi come obiettivo il raggiungimento del livello 21.174, dove è presente un gap up daily ancora aperto.

Qualora la discesa continuasse, si potrebbe arrivare nuovamente al livello 21.000 (media mobile a 25 daily), ma comunque senza intaccare il trend positivo di lungo periodo.

 

Grafico daily dell’indice FTSE/MIB

 20140402-FTSEMIB

Pubblicato il 2 aprile, 2014 | Categoria: Articoli

APRIMEF in difesa di trader e investitori

Siamo lieti di comunicarvi che da alcuni mesi è nata formalmente

logo APRIMEF  jpg

una associazione costituita per la difesa dei risparmiatori, investitori e operatori “fai da te”, nella quale il nostro trader Alessandro Aldrovandi risulta essere uno dei soci fondatori. insieme ad altri importanti colleghi del settore.

APRIMEF ha iniziato la propria battaglia fin dal 2012 per contrastare l’introduzione della TTF (Tassa sulle transazioni finanziarie) e i risultati sono stati piuttosto soddisfacenti. Dopo varie audizioni al Ministero dell’Economia e in Banca d’Italia, infatti, l’associazione è riuscita a rendere modesto l’impatto della “Tobin Tax” sugli operatori economici, nonché a prevedere con precisione che il nuovo gettito fiscale sarebbe stato di molto inferiore a quanto calcolato dal Governo: esattamente come è avvenuto, dato che le entrate 2013 derivanti dalla TTF sono state pari a 260 milioni di euro rispetto alla previsione di oltre 1 miliardo di euro!

A seguito del convegno che si è tenuto lo scorso 3 marzo alla Camera dei Deputati, durante il quale APRIMEF ha partecipato attivamente con interventi molto seguiti ed apprezzati, la vicenda Tobin Tax sembra essere stata accantonata. Durante l’incontro, infatti, ne è stata dimostrata l’inefficacia e i molti esponenti politici presenti hanno convenuto sul fatto che un eventuale inasprimento della TTF sarebbe davvero inutile, se non addirittura deleterio per il mercato finanziario, volano di una economia reale ancora in crisi. Pertanto, si è ritenuto di rinviare ogni discussione e attendere le decisioni dell’Unione Europea in merito all’introduzione di una Tobin Tax comunitaria, senza intraprendere ulteriori iniziative solitarie che finiscano per danneggiare solo l’Italia.

MA UN’ALTRA BATTAGLIA SI PROFILA ALL’ORIZZONTE: l’aumento della tassazione sui capital gain dal 20% al 26%!

Secondo APRIMEF, si tratta di una decisione incostituzionale (art. 47) che colpisce tutte le famiglie italiane (non solo speculatori, trader o hedge fund), riducendo la loro capacità di risparmio (al quale si è attinto in questi anni di crisi per integrare il reddito mensile).

A questo proposito, il primo evento organizzato da APRIMEF si terrà a Roma il prossimo 17 aprile alle ore 17:00.

STRATEGIEDITRADING.IT parteciperà e invita ciascuno di voi a fare altrettanto.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

Immagine convegno 17apr

Pubblicato il 29 marzo, 2014 | Categoria: Articoli

Il FTSE/MIB continua a correre!

Pubblicato il 28 marzo, 2014 | Categoria: VideoAnalisi

Salto in alto per il FTSE/MIB

Dalla Newsletter ITForum del 28/3/2014

immagine-itfnewsletter

SALTO IN ALTO PER IL FTSE/MIB

L’indice scavalca quota 21.200 e si candida per area 22.500. Ma attenzione all’aumento di volatilità che denota la presenza di venditori. Possibile trailing stop a 20.620, per un approdo ribassista a 19.750.

Il mercato azionario italiano è certamente impostato positivamente nel medio/lungo termine, anche grazie ai continui strappi rialzisti che sono avvenuti negli ultimi mesi, con la frequente formazione di “configurazioni V” a partire dal luglio 2013. I prezzi dell’indice FTSE/MIB, infatti, continuano a correre e superare i precedenti massimi relativi, così come anche le rare sedute negative, dovute a prese di beneficio, vengono sempre recuperate con forza e molto rapidamente. Finchè il “trend is your friend” le posizioni in portafoglio continua…

 

Pubblicato il 28 marzo, 2014 | Categoria: Articoli

LIVE TRADING del 12/3/2014

Due operazioni short sul Future FTSE/MIB.

Pubblicato il 15 marzo, 2014 | Categoria: VideoTrade

Bene il FTSE/MIB, ma attenti ai tranelli

Dalla Newsletter ITForum del 19/2/2014

immagine-itfnewsletter

BENE IL FTSE/MIB, MA ATTENTI AI TRANELLI

Dopo i nuovi massimi, il target rialzista dell’indice è posto a 21.670, mentre il primo supporto si trova a 20.180, sotto il quale le quotazioni potrebbero entrare in una fase di ampio trading range.

Il mercato azionario italiano rimane certamente impostato positivamente nel medio/lungo termine, anche grazie ai continui strappi rialzisti che sono avvenuti negli ultimi mesi, con la continua formazione di “configurazioni V”. Anche la trendline rialzista secondaria sembra sostenere piuttosto benel’andamento dell’indice FTSE/MIB e non ci sarebbe da stupirsi se le quotazioni raggiungessero in breve tempo l’importante resistenza posta in area 21.670. Come sempre in questi casi, però, può nascere il timore che continua…
Pubblicato il 19 febbraio, 2014 | Categoria: Articoli

Volatilità e volumi, ma è presto per la risalita

Pubblicato il 7 febbraio, 2014 | Categoria: VideoAnalisi
trading system
trading system
prossimo corso
libri
class cnbc
class cnbc