FTSE/MIB, il più forte del mondo

Il mercato azionario italiano è decisamente impostato al rialzo nel breve termine. L’analisi grafica del future FTSE/MIB, infatti, si segnala come le quotazioni abbiano tutta l’intenzione di ritornare velocemente verso i massimi dello scorso gennaio in area 24.000 punti, andando a riassorbire l’importante fase di sell off che si era verificata ad inizio febbraio. Già sul livello 22.350 si aveva avuto un primo segnale rialzista dovuto al superamento della trendline discendente che aveva compresso il mercato negli ultimi mesi. Poi, il breakout del canale laterale a quota 22.900 ne è stata una conferma, con il raggiungimento quasi immediato del primo target a 23.140 e quello successivo a 23.270.
Il quintuplo minimo realizzato sul supporto in area 21.450/21.500 sembra essere un ricordo lontano, anche in considerazione della forza rialzista di Piazza Affari rispetto a tutte le altri principali Borse europee (Dax) ed americane (S&P500), che al momento si trovano ben al di sotto del livello che potrebbe corrispondere al già citato 22.900 di FTSE/MIB.
Anche l’analisi algoritmica conferma la positività con l’indicatore ALDROTREND (vedi dettagli) che da alcune sedute è diventato rialzista.
Infine, non sono esclusi pullback di brevissimo periodo fino a 22.900, complice anche lo stallo della situazione politica italiana,, che però non dovrebbero compromettere lo scenario di fondo del mercato.

Grafico daily del future FTSE/MIB